Imposte indirette: Definizione ed esempi

Le imposte indirette sono le imposte sui prodotti e sono incluse nei costi per i clienti. Come funzionano queste imposte e vengono descritti alcuni esempi.

Che cos’è un’imposta indiretta?

Imposte Indirette vs. Imposte Dirette

Un’imposta indiretta è un’imposta che viene pagata attraverso un’altra parte e poi dal contribuente. Le imposte sono sempre pagate a qualche ente governativo, di solito l’IRS per le imposte federali o lo stato in cui la transazione ha luogo. Ma in molti casi, il consumatore non è consapevole che l’imposta viene pagata, motivo per cui a volte vengono chiamate tasse nascoste. È più facile spiegare le imposte indirette confrontandole con le imposte dirette e fornendo alcuni esempi.

Le imposte indirette sono applicate a beni e servizi che aumentano il prezzo in modo che il consumatore paghi di più per l’articolo. Si potrebbe pensare alle imposte indirette come a imposte nascoste. Ecco un semplice esempio di un’imposta indiretta: l’imposta sulla benzina. L’aliquota dell’imposta sulla benzina è fissata dagli stati. Se si acquista benzina in Texas, l’imposta sulla benzina c’è di 20 centesimi per gallone. L’imposta viene aggiunta al prezzo del gas. Il produttore paga la tassa allo stato, ed è integrata nel prezzo del gas.

Come le imposte dirette differiscono dalle imposte indirette

L’esempio migliore di un’imposta diretta è l’imposta sul reddito, sia le imposte sul reddito delle persone fisiche che le imposte sul reddito delle imprese L’imposta viene pagata direttamente sul reddito della persona o dell’impresa all’IRS e allo Stato (se ha le imposte sul reddito).

Le altre imposte dirette lo sono:

L’imposta fondiaria o imposta patrimoniale, che viene pagata in base al valore di tutto ciò che appartiene al defunto al momento del decesso.

L’imposta sugli utili da alienazione viene applicata direttamente agli investitori quando vendono un investimento a scopo di lucro.

Anche le imposte sulle vendite sono considerate imposte dirette in quanto sono applicate ai singoli clienti al momento dell’acquisto.

Alcuni esempi di imposte indirette

Dazi all’importazione o tariffe: I dazi all’importazione sono un tipo di imposta indiretta perché vengono imposti sulle merci al loro arrivo nel paese. Il cliente alla fine paga questa imposta come un prezzo maggiorato per le merci.

Le tariffe sono imposte dai paesi sui reciproci beni, e di solito sono gestite e avidità attraverso accordi di libero scambio.

Accise Tax: Le accise sono tasse d’uso; si paga una tassa per l’utilizzo o l’acquisto di un prodotto. Ma non si vede la tassa perché è pagata dal produttore o produttore e inclusa nel prezzo del prodotto. Le accise sono a volte chiamate sin tax, perché si riferiscono a prodotti considerati inutili o “peccaminosi”, come il tabacco, l’alcool o il gioco d’azzardo. Come accennato in precedenza, le imposte sulla benzina sono accise.

Le imprese pagano anche le accise sull’utilizzo di prodotti specifici. Ad esempio, le imposte sui carburanti sono accise, così come le imposte sui prodotti ambientali, come le fuoriuscite di petrolio nazionale e le sostanze chimiche che riducono lo strato di ozono. Le società di trasporto pagano le accise sotto forma di tasse aeroportuali e di tasse sui passeggeri delle navi; le case automobilistiche pagano un’accisa (in particolare per le automobili a basso consumo di carburante). Le tasse alberghiere possono essere considerate accise, ma di solito vengono trasferite direttamente ai clienti nelle loro fatture.

Imposta sul valore aggiunto: L’IVA è comune in Europa e in altri paesi, ma non viene utilizzata negli Stati Uniti. L’IVA o imposta sul valore aggiunto è una serie di imposte imposte imposte sulla produzione di prodotti durante tutto il processo, con il cliente che paga l’imposta finale.

L’IVA è diversa dall’imposta sulle vendite perché l’unica che paga l’imposta sulle vendite è il consumatore.

A proposito, quando fai acquisti in un negozio “duty-free” in un aeroporto, è l’IVA che stai evitando. Questo non significa che si ottiene un affare, perché il prezzo potrebbe essere più alto.

Comunicazioni Servizio Tassa di Servizio: Le tasse sui servizi sono determinate da ogni Stato e comprendono le tasse sui servizi televisivi via cavo e via satellite, sui servizi telefonici e sulle comunicazioni mobili. In alcuni stati, le tasse vengono trasferite ai clienti.

Imposta di bollo: Le tasse di bollo sono imposte dagli stati sui documenti (il francobollo in questi casi è come un francobollo notarile, non un francobollo postale). Ad esempio, le tasse di bollo sono spesso richieste sui documenti pubblici per il trasferimento di proprietà, come un’ipoteca. L’imposta di bollo può essere inclusa nel costo del documento, quindi si tratterebbe di un’imposta indiretta.

Le imposte indirette sono imposte regressive?

Le imposte regressive sono quelle imposte che impongono imposte maggiori alle persone a basso reddito rispetto a quelle a reddito più elevato. Ad esempio, i contribuenti a basso reddito possono pagare una percentuale maggiore del loro reddito per gli oggetti di cui hanno bisogno o che scelgono di acquistare. Le tariffe possono essere regressive perché aumentano il prezzo del cibo e di altri prodotti. L’imposta sulle vendite è anche un’imposta regressiva perché colpisce maggiormente le persone a basso reddito per cose come l’abbigliamento e i beni per la casa.

La combinazione delle tariffe (un’imposta indiretta) e dell’imposta sulle vendite (un’imposta diretta) colpisce i poveri con una doppia imposta, aumentando i prezzi dei beni che devono acquistare e aumentando l’imposta sulle vendite che devono pagare.

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: