Il consiglio sulla produttività finale per gli imprenditori: Focus

Perché specializzarsi e concentrarsi solo su ciò che si fa meglio, mentre l’outsourcing del resto, vi aiuterà a diventare l’imprenditore di maggior successo nel vostro spazio.

Concentrazione o fallimento: Il consiglio sulla produttività finale per gli imprenditori

Perché specializzarsi e fare ciò che si fa meglio, vi porterà al successo.

C’è una figura comune di discorso nel mondo degli affari, “jack di tutti i mestieri e maestro di nessuno”.

Si tratta di una persona competente con molte abilità, ma che passa così tanto tempo ad apprendere ogni nuova abilità che non potrà mai diventare un vero maestro in una particolare abilità. Sono un generalista, non uno specialista.

Come imprenditore, a volte senti il bisogno di essere un “fante di tutti i mestieri”. È sempre possibile trovare qualcosa che deve essere fatto – e il vostro istinto naturale, in particolare nei primi giorni di attività, quando i soldi sono stretti, è quello di farlo da soli.

Tuttavia, devi resistere a questo impulso con tutte le tue forze. Non cedere alla tentazione di fare tutto da soli. La vostra capacità di concentrarsi sul fare solo ciò che è meglio per voi avrà un forte impatto su quanto successo otterrete all’interno della vostra azienda.

Perché concentrare le vostre attività

Per avere davvero successo, un imprenditore deve essere spietato nella gestione del tempo, nella gestione delle opportunità e nell’allocazione delle risorse. Una delle abilità manageriali più importanti, ma più difficili, è imparare a dire “no”.

Non sembra che tu non abbia mai abbastanza tempo per fare tutto quello che senti di dover fare. Potresti essere un maniaco del lavoro, dedicando quasi ogni ora della tua giornata a svolgere tu stesso importanti compiti di lavoro. Il problema è che il corpo umano non è costruito per questo tipo di stress.

È possibile prolungare così a lungo le ore di lavoro prima che le vostre prestazioni ne risentano. Una settimana di lavoro prolungata non aiuta nemmeno le vostre relazioni nella vostra vita personale.

In un recente post che racconta il mio “Just Say No” Time Management System, ho discusso un recente studio che ha determinato che la quantità ottimale di ore di lavoro settimanale – per la massima produttività – è in media, solo 35 ore. Mentre le persone sono tipicamente meno produttive quando lavorano più a lungo di questo, sentono di essere più produttive, il che li confonde quando guardano indietro ai risultati effettivi e vedono un calo di produttività dopo aver superato la soglia delle 35 ore.

Questo studio sottolinea l’importanza di una gestione efficace del tempo. Quando il tempo è la vostra risorsa più preziosa, non potete permettervi di sprecarlo in attività che non sono il vostro punto di forza. Hai bisogno di sviluppare un sistema che utilizzi al meglio il tuo tempo limitato, mentre allo stesso tempo “coltivare” le attività che altri possono fare.

In Developing Time Management Skills, Beverly D. Flaxington afferma che “la gestione del tempo non significa avere tutte queste cose fatte; si tratta di avere abbastanza tempo per ciò che conta di più per te”. È necessario determinare dove si dovrebbe dare la priorità al proprio tempo per assicurarsi di fare del bene.

Flaxington vi propone anche di eliminare completamente le vostre liste di cose da fare, poiché non tengono conto di ciò che vi sta più a cuore: i vostri valori e le vostre priorità. Invece, ritiene che dovreste identificare i vostri valori. Concentratevi su ciò che è più importante per voi. Si dovrebbe quindi guardare a ciò che deve essere fatto e solo allora creare una lista di elementi prioritari. Mettete gli elementi in ordine di importanza che si ricollegano ai vostri valori.

Perché il multitasking non è la risposta

Qualche anno fa, il consiglio per la produttività dei libri di testo e la risposta a come un imprenditore impegnato dovrebbe assegnare il proprio tempo in modo più efficiente sarebbe stato quello di multitasking.

Per alcuni anni, il multitasking è stata la parola d’ordine.

Con il tempo, tuttavia, la gente ha scoperto che il multitasking non è l’elisir di produttività che i guru inizialmente lo ritraevano come tale.

Sì, i multitasker possono cambiare rapidamente le attività. Sono flessibili. I multitasker possono essere grandi lavoratori di squadra, che possono adattarsi per assumere qualsiasi ruolo di cui il team ha bisogno.

Tuttavia, il multitasking presenta gravi svantaggi, che compensano ampiamente tali vantaggi. Advanced Life Skills pesa i pro e i contro del multitasking e conclude definitivamente che non è la strada da percorrere per garantire una produttività di successo.

In primo luogo, per quanto ogni madre affermi di essere un esperto multitasking, gli esseri umani sono intrinsecamente poveri di multitasking. Non è un’abilità che ci viene naturale.

Ci esibiamo al nostro picco quando abbiamo un flusso ininterrotto di lavoro. È molto difficile svolgere un compito in modo efficiente se ci troviamo di fronte a continue interruzioni. E ‘molto difficile da eseguire al nostro picco se siamo costantemente a prendere un lavoro, e passare attraverso il processo di pensiero ancora una volta, determinando dove dobbiamo ricominciare.

Forse non ce ne rendiamo conto consapevolmente, ma ogni interruzione aumenta i nostri livelli di stress. Questo diventa ancora più evidente quanto più ci avviciniamo a una scadenza, soprattutto se è probabile che non riusciamo a terminare il compito in tempo. Nel corso del tempo, con i nostri livelli di stress che si accumulano, la nostra incapacità di concentrarsi diventa più evidente, e sia la nostra produttività e la capacità di far fronte a questa situazione ne risente.

Un altro problema del multitasking è che influisce sulla nostra memoria. Quando siamo multitasking , non possiamo concentrarci sulle cose abbastanza da vicino. Di conseguenza, non vengono elaborate correttamente nel nostro cervello. Questo porta alla dimenticanza. La produttività e la tua efficacia come imprenditore soffrono enormemente come effetto collaterale di dimenticare costantemente ciò su cui stai lavorando e ciò su cui dovresti ricevere la tua attenzione più urgente.

Come si può compensare?

Non puoi fare tutto quello che devi fare. Non è possibile, a lungo termine, svolgere con successo molteplici compiti. Quindi, cosa potete fare per migliorare la vostra produttività come imprenditore?

Assumere qualcuno che ha le capacità che ti mancano. Smettila di sprecare il tuo valore facendo da sola le cose sbagliate.

Se potete giustificare l’assunzione di un dipendente a tempo pieno, fatelo. Passare attraverso il processo di trovare qualcuno di cui ci si può fidare e con il quale si può facilmente lavorare. Basta fare in modo di mostrare fiducia in loro. Se le vostre pratiche di lavoro sono valide, si spera di trovare qualcuno che è molto meglio di voi in quel lavoro. Si fritter via tutti i risparmi che si fanno se si passa il tempo micromanagement loro.

Se non avete abbastanza lavoro per giustificare l’assunzione di un dipendente a tempo pieno, prendete in considerazione l’assunzione di un libero professionista. I freelancer sono specializzati in quei compiti che possono risultare difficili. Si potrebbe utilizzare un mercato freelance come Upwork o Fiverr.

In alternativa, molti freelance hanno i propri siti web di portafoglio. Prendiamo, per esempio, Andrew Loader Writer, uno scrittore freelance e redattore che ho usato per aiutarmi con grandi progetti nel corso degli anni. Prendendo il tempo per la ricerca, troverete siti per molti tipi diversi di freelance con molte abilità che vanno dalla scrittura alla grafica, alla codifica e alla produzione video.

A volte è necessario un aiuto specialistico su larga scala. Una possibilità è quella di unirsi ad un nuovo partner. La combinazione dei loro punti di forza e dei vostri potrebbe creare un’enorme varietà di opportunità che non esisterebbero se voi operaste semplicemente nel vuoto, facendo tutto da soli. È possibile che il vostro nuovo partner possa anche portare ulteriori contatti, partner, risorse finanziarie e altri vantaggi per l’azienda.

Il punto è che ci sono momenti in cui devi semplicemente imparare a dire “no”. Dovete essere in grado di rifiutare opportunità che altrimenti vi distraggono dai vostri obiettivi finali.

Google lo ha scoperto. Hanno avviato e sostenuto aziende in decine di settori diversi nel corso degli anni, ma hanno imparato che c’è un punto in cui si deve decidere sul valore reale di qualcosa; anche qualcosa come Google Reader, che hanno chiuso l’anno scorso.

Anche tu devi capire che ci sono dei limiti a ciò che puoi fare da solo. Devi decidere e seguire le tue priorità.

Gefällt dir dieser Beitrag? Bitte teilen Sie es Ihren Freunden mit:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: